Pages Navigation Menu

Un Po di Sport: la tappa di Mezzani con gli atleti di “Portiamoli a Rio”. Video

Un Po di Sport: la tappa di Mezzani con gli atleti di “Portiamoli a Rio”. Video

Due giorni fantastici, in cui migliaia di persone hanno potuto respirare a polmoni pieni l’aria del Po: un’aria fatta di sport, integrazione, cultura, enogastronomia e divertimento. Migliaia di persone che si sono rese protagoniste della riscoperta di uno dei più bei territori che la Provincia abbia da offrire: l’area rivierasca del Po.

La due giorni di Un PO di Sport a Mezzani, prima tappa dell’iniziativa, è iniziata nel pomeriggio di sabato 29 con il taglio del nastro da parte dei sindaci dei comuni coinvolti e con l’esibizione della MezzaBanda. Successivamente ha solcato il palco l’ospite d’onore della manifestazione, Enrico Beruschi, che assieme ai giornalisti Enrico Gurioli e Sandro Piovani, ha presentato con la sua immancabile ironia l’Anolino Morbino, una variante del classico anolino che sembra possieda straordinarie doti afrodisiache. La serata è poi proseguita con l’Apericiccioli, un aperitivo di benvenuto dove sono stati offerti agli ospiti ciccioli fatti sul momento, accompagnati da buon vino, e dal dj set a cura dell’associazione culturale Vinylistic.
Mentre alle 20 ha preso il via la cena a bordo della motonave Stradivari, dove gli chef Spigaroli, Mazzucchelli, Fabbri e Cinieri, dell’associazione Chef to Chef Emilia- Romagna Cuochi, hanno interpretato i prodotti regionali accompagnandoli con i migliori vini del territorio serviti dai sommelier Ais. Contemporaneamente, coloro che hanno preferito rimanere sulla terra ferma, al Porto Fluviale di Mezzani, hanno potuto degustare i prodotti tradizionali del Grande Fiume: tortel dols, tortelli di zucca, torta fritta, pesce di fiume, lambrusco, fortana e birra artigianale. La serata si è poi conclusa con l’Antico Concerto Cantoni.
La giornata di domenica ha invece preso il via, a Mezzani, alle 9, con la prima edizione di Un PO di Runing, gara competitiva e amatoriale, e con la gara di mountain bike Tra i Boschi del Po, con partenza da Casalmaggiore. Successivamente si è popolato lo spiaggione di Mezzani, al quale gli ospiti hanno potuto accedere grazie al trasporto in barca con partenza dal porto fluviale, con le tante iniziative sulla sabbia: beach volley, beach soccer, canottaggio, beach rugby e beach tennis. Oltre alle attività da spiaggia, in tanti hanno approfittato dell’occasione per fare un bagno nelle acque del Grande Fiume. Durante la serata si è svolto il finale della tredicesima edizione di Musica in Castello, la rassegna che quest’anno ha sostenuto gli atleti paralimpici di Portiamoli a Rio. Sullo stesso palco, nell’ambito dell’iniziativa, sono saliti quattro campioni e un giornalista: Sandro Piovani della Gazzetta di Parma ha fatto una chiacchierata in pubblico con Antonio Rossi, Gianluca Farina, Simone Rainieri, Claudio Galli e Giulia Ghiretti e Marco Nicolini in rappresentanza degli 11 atleti paralimpici del progetto “ Portiamoli a Rio” e la nuova promessa sportiva l’atleta di Casalmaggiore Fausto Desalu. Intermezzi musicali con la brava Stefania Rava, una grande interprete jazz sul Po.
Durante questi due giorni, a più riprese, organizzatori, amministratori ed i rappresentanti delle associazioni coinvolte si sono espressi in un coro unanime: Un Po di Sport è sicuramente una bella iniziativa che ha saputo mettere in rete tutte le risorse di un territorio ricco di eccellenze e che dev’essere un punto di partenza per ricominciare a vivere appieno il Grande Fiume. La manifestazione proseguirà domenica 6 settembre a San Secondo, con la seconda tappa.

Leave a Comment

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close